arrowhome arrow la notte delle donne arrow 2010 domenica, 16 dicembre 2018  






 
menu principale
 home
 il festival
 in repertorio
 - - - - - - -
 la notte delle donne
 2010
 2009
 2008
 2007
 i gesti di roma
 video
 galleria
 - - - - - - -
 contatti e prenotazioni
 - - - - - - -
 cerca
 crediti
 - - - - - - -
 l'associazione
 Gioia Costa

Newsflash

2010   PDF  Stampa  E-mail 

via Tasso palcoscenico straordinario per  

 

LA NOTTE DELLE DONNE

 

  quarta edizione

8 marzo 2010

 

 

 RESISTENZE

 

 

La Giornata Internazionale della Donna è stata istituita nel 1910 per ricordare l’incendio avvenuto l’8 marzo 1908 in una fabbrica tessile a New York. Lì centoquarantasei operaie morirono perché, dopo uno sciopero nel quale protestavano contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare, vennero chiuse a chiave nello stabilimento per evitare furti o interruzioni del ritmo produttivo, e morirono arse vive.

 

 

A Roma, via Tasso è un indirizzo che non si dimentica: un luogo di segregazione e violenza. Una palazzina di cinque piani scelta dalla Polizia di Sicurezza come quartiere generale per gli interrogatori delle categorie considerate pericolose per il Reich: militari e renitenti dissidenti, partigiani ed ebrei. Naturalmente uomini e donne.

 

Abbiamo chiesto ad Ermelinda Bonifacio di far riapparire in questo luogo Simone Weil, che scelse la segregazione in una fabbrica per capire quale fosse la vera condizione operaia. Daniela Piperno dà voce a due figure diversamente legate a via Tasso: Alba de Céspedes e Carla Capponi. La prima, con il nome di battaglia di Clorinda, ha preso parte alla resistenza ed ha raccontato in un diario tuttora inedito la paura e il coraggio della clandestinità. La seconda, con il nome di battaglia di Elena, ha partecipato all’attentato di via Rasella e ricorda la terribile vendetta tedesca che ne seguì.

 

La Notte delle Donne è l’occasione per scoprire storie, figure, caratteri e condizioni cui spesso erano riservati l’ombra e il silenzio. Coloro che hanno parlato, scritto, lottato e spesso pagato con la vita il loro coraggio hanno lasciato una traccia di potente entusiasmo e di generoso invito ad accompagnarle. A distanza di un secolo le seguiamo riscoprendo la forza della loro scelta, che invita all’ascolto donne e uomini dotati del dono dell’attenzione e del piacere della parola.

Gioia Costa

 

 

Esplor/Azioni ringrazia il presidente del Museo, Antonio Parisella, i suoi collaboratori e le sue collaboratrici.

 

E ringrazia inoltre: Giuseppe Balbo, Daniele Bernardi, Monica Guadagnini e Rosamaria Vaccaro.

 

visite
360121 Visitatori

utenti collegati
Abbiamo 12 visitatori in linea

 
top

Miro International Pty Ltd. © 2000 - 2004 All rights reserved. Mambo Open Source is Free Software released under the GNU/GPL License.
design by mambosolutions.com